αὐτός di Gianluca Patti - αὐτός

Vai ai contenuti

Il sè e il mondo

αὐτός
Pubblicato da Gianluca Patti in αὐτός · 8 Aprile 2020
Recentemente si è celebrata, come di consueto, la Giornata dedicata alla Consapevolezza dell’autismo.
Mai come quest’anno l’evento non è stato percepito in chiave eticamente monotematica, ma si è affiancato ad un tempo difficile, in cui il senso indispensabile della consapevolezza si estende su un piano esistenziale molto più ampio, coinvolgendo sentimenti di profonda trasformazione e di estrema rinascita individuale e collettiva.
Osho definiva questo passaggio, raramente estraneo al trauma della sofferenza, come "l'istante in cui la goccia si fonde nell'oceano nell'attimo stesso in cui l'oceano si riversa nella goccia".
Sul piano etimologico il termine latino “cum-sapere“, evoca uno stato di condivisione e di profonda elevazione della conoscenza.
In tal senso la Consapevolezza abbraccia due distinte prospettive: è un percorso di apprendimento orientato alla dimensione dell’alterità, poiché rappresenta una fase essenziale di avvicinamento alle altrui visioni ed esperienze; ma è soprattutto il risultato di una meta introspettiva molto più intima ed individuale, una sorta di visione totale di tutti gli “insiemi” che ci appartengono e che convergono verso il centro ultimo del proprio nucleo esistenziale.
La conoscenza che passa attraverso se stessi e contestualmente attraverso gli altri consente di aprirsi alla vita in maniera autentica, lasciando che il proprio senso della prospettiva resti incontaminato nel rispetto della natura identitaria che ci appartiene, libero allo stesso tempo di modificarsi ed evolversi verso orizzonti sempre più profondi e distanti. Il sé (la goccia) si fonde nell'oceano (il mondo) nell'attimo stesso in cui l'oceano (il mondo) si riversa nella goccia" (il sé).
La Consapevolezza è, dunque, un appartenere e un appartenersi in una condizione di assoluta libertà prospettica del vivere. È sostanzialmente la capacità concreta di riconoscere frequenze e modulazioni altre dell’esistenza, rinunciando ad una visione unica ed oggettiva delle cose, senza mai separarsi dal proprio centro.
Ciò significa che se vogliamo diventare realmente consapevoli delle possibilità infinite che la vita ha di essere e di pronunciarsi al mondo, come ad esempio l’autismo, dobbiamo necessariamente passare attraverso una maturazione ed una rivalutazione radicale dei nostri spazi esistenziali.
La Consapevolezza non è mai un percorso individuale, ma rappresenta un passaggio evolutivo della propria dimensione interiore attraverso la ricerca di un equilibrio oscillante, continuamente teso verso ogni possibile direzione di un vivere che è altro da noi e le cui differenze di essere diventano, nel tempo, oggetto di un amore autentico ed universale.

"La consapevolezza dovrebbe diventare una freccia puntata verso te stesso, l’amore una freccia puntata verso gli altri, ti sentirai realizzato quando riuscirai a diventare un essere composto da queste due frecce. L’amore per l’esistenza intera, e la consapevolezza per il proprio essere sono la stessa cosa, due aspetti della stessa medaglia che si completano a vicenda" (Chandra Mohan Jain)




Noi, anime semplici e sinestetiche, che contestiamo l'involuzione delle convenzioni sociali, ingiustamente assolte da un dissacrante principio di inviolabile normalità dell'essere; noi che riconosciamo la perfezione dell'equilibrio universale nella compartecipazione esistenziale di ogni possibile diversità; noi, trasparenti e muti, ma silenziosamente estatici e mai infelici, non identifichiamo nelle parole il senso del nostro vissuto, ma ci affidiamo a purissimi silenzi e ricercata serenità, dove ogni suono può diventare colore, ogni colore mutare in voce ed ogni visione condurre lo sguardo verso molteplici possibilità percettive tra le infinite prospettive del vivere e dell'osservare.
L'autismo non ha confini, ma orizzonti infiniti; e non ha pareti, se non quelle che l'ignoranza della società sceglie di edificare. (Gianluca Patti)
Grafica e web design:
Gianluca Patti
Torna ai contenuti